C’è un evento a Catania che segna l’entrata nella stagione invernale: l’arrostita dei carciofi.

L’inverno a Catania si riconosce per via dei tanti “fuculari”, bbq che si accendono lungo le strade della città etnea per arrostire i carciofi. I cacocciuli arrustuti, come vengono chiamati i carciofi arrostiti, sono una prelibatezza del palato.

Dal colore tra il violetto ed il verdaceo, vengono preparati sapientemente dai fruttivendoli (e non solo) e se ne gode il profumo (ciauru in siciliano) quando si passa con la macchina davanti ad uno dei tanti fuculari.

Arrivati durante la dominazione araba, 827 d.C, la parola carciofo deriva dalla parola araba “kharshuf”. Coltivato successivamente nella sicilia sud orientale, grazie al clima favorevole, questo ortaggio trovò modo di prosperare fino al punto che la Sicilia divenne una delle maggiori esportatrici a livello nazionale ed internazionale del carciofo.

Il carciofo nostrano si caratterizza per la presenza di spine e per il gusto e profumo avvolgente e la sua “morte” è arrostito.

Pare che il carciofo abbia un potere afrodisiaco a quanto si apprende da una leggenda greca: Cynara, una ninfa con occhi verdi e viola, catturò le attenzioni di Zeus che si invaghì della ninfa, la quale però respingendo le lusinghe del dio del cielo e del tuono, fu trasformata dallo stesso Zeus in un carciofo spinoso.

Tornando alla realtà dei fatti, il carciofo apporta una serie di benefici al nostro corpo che vanno dalle funzioni intestinali, depurative, antiossidanti e disintossicanti.

Ma come si preparano i cacocciuli arrustuti?

Serve un mazzo di carciofi, prezzemolo, aglio, sale e olio d’oliva. Si pulisce il mazzo di carciofi tagliando gran parte del gambo del carciofo. Successivamente si sbatte il carciofo sul piano di lavoro per farlo aprire. Una volta aperto si pulisce per bene con acqua e si fa scolare. Dopo qualche minuto il carciofo è pronto per essere condito con aglio, prezzemolo e un filo di olio d’oliva. Eventualmente c’è anche la versione con il pan grattato. Il carciofo è pronto per essere arrostito per circa 20 minuti e BUON APPETITO.

Scopri questa e altre ricette con la nostra cooking class: BUON APPETITO

Immagine in copertina: lacuocagalante.com